“Nella totale indifferenza di chi ha la responsabilità di garantire la sicurezza per i professionisti, in molte sedi, cui i cittadini accedono senza alcun controllo, mancano ancora i più elementari sistemi di sicurezza”. Lo ha dichiarato a Fimmg Notizie Tommasa Maio, segretario nazionale della FIMMG Continuità Assistenziale.

“Nel rinnovo della nostra Convenzione abbiamo raggiunto un accordo con la parte pubblica in base al quale le attività ambulatoriali, a libero accesso per i cittadini, si svolgeranno solo in ambulatori idonei e sicuri, nelle ore diurne e serali. Nelle ore notturne, tenuto conto che dalle nostre indagini il 65% delle aggressioni avviene proprio negli ambulatori e in quelle ore, le sedi non saranno più liberamente accessibili ai cittadini. In quelle ore i medici accoglieranno le richieste di assistenza telefonicamente e valuteranno l’intervento più adeguato per il paziente".

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione