“Esprimiamo solidarietà al collega che svolge servizio di guardia medica a Cantù (provincia di Como) vittima di una discriminazione razzista da parte di una paziente. Quello che è accaduto è vergognoso”. Lo dichiara il segretario nazionale di FIMMG Continuità Assistenziale, Tommasa Maio.

“Siamo indignati per questo grave episodio di razzismo che, purtroppo, non è il primo che viene segnalato - prosegue Maio -

Sono atteggiamenti che offendono nel profondo la dignità umana e che devono essere condannati con forza. E’ importante  di fronte a episodi simili non rimanere in silenzio- conclude Maio - e isolare questi comportamenti”.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione